ITINERARI

La Biagiotti Driver Service è ben disposta a creare per i suoi clienti qualsiasi ipotesi di viaggio essi vorranno richiederci. Come la totalità delle ditte di noleggio con conducente, infatti, pur non essendo un’agenzia di viaggi saremo ben lieti di consigliarvi affinché le vostre giornate rimangano indimenticabili grazie alla nostra esperienza acquisita sul territorio.

 

TOUR DEL PARCO DELLA VALDORCIA


  • Descrizione
  • San Quirico d'Orcia
  • Bagno Vignoni
  • Montalcino
  • Pienza
  • Monticchiello
  • Montepulciano

val-d'orcia

Questa piccola area a sud ovest di Siena racchiude in pochi chilometri quadrati alcune delle più affascinanti città toscane: Pienza, Monticchiello, San Quirico D’Orcia. Meno conosciuta del Chianti, questa valle preziosa, dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco nel 2004, ha ispirato i più celebri pittori senesi, da Lorenzetti a Duccio di Buoninsegna. Tra severe torri medievali, capolavori del Rinascimento e veri gioielli del Medioevo toscano, come l’abbazia di Sant’Antimo, la Val d’Orcia offre anche altre attrattive al visitatore. Per esempio, Bagno Vignoni, celebre per le sue terme e i suoi centri benessere, e Montalcino, dove si produce il celebre Brunello, uno dei vini più celebrati del mondo.

San Quirico d'OrciaImmersa nel verde della magnifica val d’Orcia, San Quirico d’Orcia è una città fortificata che merita senz’altro una

visita. Da vedere sicuramente la Collegiata dei Santi Quirico e Giulietta dagli splendidi portali gotico-romanici, le chiese di Santa Maria di Vitaleta e della Misericordia, il Palazzo Pretorio e il Palazzo Chigi. Concludono il percorso gli Horti Leonini, splendido esempio di giardini all’italiana realizzati nel 1540 da Diomede Leoni.

Bagno VignoniBagno Vignoni è famosa fin dai tempi dei Romani per le sue acque termali. L’antica cittadina ricevette nuovo impulso dalla vicinanza con la Via Francigena, il percorso di pellegrinaggio che nel Medioevo univa il Nord dell’Europa a Roma. La piazza centrale di Bagno Vignoni è tuttora occupata dall’antica piscina, non più adibita al pubblico ma tuttora di grande suggestione, in cui si riflettono gli edifici di pietra circostanti. Persino Santa Caterina da Siena si è immersa in queste acque! I bagni termali della cittadina sono ancora in attività e offrono tuttora una gran quantità di trattamenti terapeutici o semplicemente rilassanti.

Montalcino2Dominata da un castello imponente, conserva ancora le mura, le porte e le torri del XVI secolo, che ricordano
l’epoca in cui fu la principale alleata della Repubblica di Siena. Montalcino però deve la sua fama soprattutto ai vini rossi, in particolare il Brunello di Montalcino, famoso in tutto il mondo. A 9 km. dal paese sorge la magnifica Abbazia di Sant’Antimo, una delle principali abbazie cistercensi d’Italia.

pienza_piazza_duomoPerla del Rinascimento italiano, Pienza è la città più importante della Val D’Orcia dal punto di vista artistico. Trasformata nel 1462 in residenza papale da papa Enea Silvio Piccolomini (Pio II), Pienza è è un esempio perfetto di realizzazione delle teorie architettoniche e filosofiche del Rinascimento, volte alla creazione della “città ideale”. Dal 1996 è Patrimonio mondiale dell’Umanità per l’Unesco. Tra i monumenti principali, la Cattedrale e i palazzi del ‘400 (Palazzo Piccolomini dal bellissimo loggiato, Palazzo Borgia e Palazzo Comunale) affacciati sulla splendida piazza Pio II, la più importante del paese. Pienza è celebre anche per aver fatto da set per celebri film, da “Romeo e Giulietta” a “Il paziente inglese”. Da non perdere la passeggiata sulle mura che dominano la Val D’Orcia e un assaggio del celebre pecorino locale.

Piccolo centro medievale ottimamente conservato. Rispetto alla vicina Pienza, capolavoro del Rinascimento. Monticchiello ha conservato la sua identità duecentesca, ben visibile percorrendo le antiche, strette monticchiellostradine del borgo e ammirando la cinta di mura, l’antica torre del castello, la pieve gotico-romanica dedicata ai santi Leonardo e Cristoforo. Arrampicato su una collina, domina il paesaggio dolce della val d’Orcia. Monticchiello è celebre in Italia anche per il “teatro povero”, che dal 1967 va in scena nel borgo coinvolgendo tutto il paese nella realizzazione di spettacoli legati alla vita del borgo: gli abitanti recitano se stessi e la loro realtà quotidiana. Intorno a questo evento che si svolge una volta l’anno si attivano varie altre iniziative (spettacoli, mostre), soprattutto in estate.

montepulcianoMontepulciano, il centro più importante della Val di Chiana occidentale, vanta un centro storico affascinante,
radunato intorno alla bella Piazza Grande, di impianto medievale. Tra gli edifici più importanti, il Palazzo Comunale, la Chiesa di Sant’Agostino e il Tempio di San Biagio, opera di Antonio da Sangallo il Vecchio, la cui cupola rinascimentale ha ispirato la cupola di San Pietro in Vaticano. Montepulciano è famosa anche per i suoi vini, in particolare il “Nobile” di Montepulciano, noto fin dal secolo VIII d.C. e definito nel 1549 “vino perfettissimo” dal bottigliere di Papa Paolo III Farnese.


 

TOUR DEL PALIO


  • Descrizione
  • Siena
  • Monteriggioni

palio

Sia Siena che Monteriggioni possono essere considerate due esempi perfetti delle città di epoca medievale. “L’unico modello vivente di città medievale”, questa è la definizione coniata dall’archeologo Rannuccio Bianchi Bandinelli per descrivere Siena che è sicuramente una delle più belle città della Toscana. Monteriggioni invece è sicuramente l’esempio migliore per quanto riguarda l’architettura militare medievale, la pianta della città, le mura e tutto quello che dentro vi è contenuto è rimasto tale e quale a secoli e secoli fa.

Siena è una città che non ha bisogno di presentazioni, dall’atmosfera unica al mondo. I palazzi severi e i
ripidi vicoli del centro storico sono rimasti gli stessi dell’epoca in cui Siena era una repubblica Sienaindipendente. Gran parte dell’antico orgoglio è ancora presente nel temperamento dei cittadini, che si esprime pienamente il 2 luglio e il 16 agosto di ogni anno durante il celebre Palio, forse la più antica e autentica festa di popolo d’Italia. Cuore della città è la grandiosa Piazza del Campo, a forma di conchiglia, dominata dall’altissima torre del Mangia e ritenuta una delle più belle piazze d’Europa per armonia ed equilibrio architettonico. Ma Siena offre anche splendide chiese e musei, oltre a stupire anche il visitatore più frettoloso con scorci indimenticabili. Il centro storico è stato nominato dall’Unesco Patrimonio mondiale dell’Umanità.

monteriggioniMonteriggioni è uno splendido, piccolo paese fortificato circondato da 14 torri, nel Medioevo dette rifugio al popolo di Siena durante le guerre contro Firenze. Perfettamente conservato e chiuso al traffico automobilistico, il borgo di Monteriggioni ospita a Luglio una delle feste medievali più suggestive d’Italia. Sorta lungo la via Francigena, la strada usata dai pellegrini che univa il Nord Europa a Roma, la cittadina è nata intorno a una fattoria e ne conserva ancora in parte l’aspetto rurale.

 

TOUR DEL CHIANTI


  • Descrizione
  • Greve in Chianti
  • Panzano in Chianti
  • Castellina in Chianti

chianti

Il Chianti. Basta nominarlo per evocare colline dolci e armoniose, vigneti e alberi d’ulivo, piccoli borghi medievali rimasti miracolosamente intatti da secoli. Stiamo parlando di una delle regioni più famose del mondo, amata dai turisti più attenti alla bellezza e ai piaceri del gusto. In questo territorio al confine tra Firenze e Siena i ritmi sono lenti e gradevoli. Ogni viaggiatore potrà trovare il suo percorso ideale tra castelli, torri e chiese millenarie, paesaggi indimenticabili e piccole, deliziose trattorie dove assaggiare i piatti e i vini nati da una tradizione secolare. Nel Chianti tutto è a portata di mano: l’arte, la storia, il gusto, la natura. Meta privilegiata del turismo di qualità, il Chianti è il luogo ideale per chi in un viaggio cerca, prima di tutto, la bellezza.

 

Greve in ChiantiDefinita “la porta del Chianti”, la cittadina di Greve è un ottimo punto di partenza per esplorare una regione famosa in tutto il mondo per i suoi paesaggi. Centro nevralgico della città fin dal Medioevo è la bella e vivace piazza del Mercato. Greve sorge ai piedi del borgo fortificato di Montefioralle, da cui dipendeva nell’antichità. I dintorni sono un paradiso per gli escursionisti, sia per la bellezza della natura che per la presenza di numerose pievi e castelli. La vicina Villa Vignamaggio, dove è stato girato “Molto rumore per nulla” di Kenneth Branagh, sembra essere stata la residenza natale di Monna Lisa, immortalata da Leonardo Da Vinci nella celebre “Gioconda”.

PanzanoFrazione di Greve, questo tranquillo borgo immerso nel cuore del Chianti tra vigneti, ulivi e cipressi è una tappa obbligata per chi ama il più noto dei vini italiani, il Chianti Classico. Ospita inoltre un autentico “luogo sacro” per tutti gli amanti della bistecca: l’antica macelleria Cecchini, gestita da Dario Cecchini, detto il “macellaio poeta”: un’autentica istituzione toscana e un luogo ideale dove assaggiare quella che il gestore definisce “la bistecca perfetta”! Oltre ai piaceri della tavola e del paesaggio, la medievale Panzano offre molti suggestivi scorci negli antichi vicoli del centro e alcuni monumenti degni di nota: la pieve romanica di San Leonino, i resti del Castello e l’oratorio di Sant’Eufrosino.

 

panoramaCuore del Chianti senese, Castellina è uno dei centri più importanti della regione per la produzione di vino (il Chianti Classico, amato in tutto il mondo) e olio. Oltre alle tante possibilità di degustazione e acquisto di tali pregevoli prodotti, Castellina ha da offrire al visitatore anche la bella chiesa di San Salvatore (XII secolo) e lo splendido paesaggio delle colline del Chianti che si può ammirare dalla Rocca medievale, posta proprio nella piazza principale. Per concludere la visita, è d’obbligo una passeggiata per il borgo, che tra antiche mura e strette vie lastricate di pietra offre una magnifica vista sulle colline circostanti, punteggiate di vigneti, uliveti e cipressi. Un paesaggio pieno di armonia e dolcezza di cui è impossibile non innamorarsi perdutamente.

 

TOUR DI VOLTERRA E SAN GIMIGNANO


  • Descrizione
  • Volterra
  • San Gimignano

Volterra2

Con un panorama eccezionale sulla campagna toscana, avrete modo di scoprire i segreti e le bellezze di queste due cittadine così ricche di storia e fascino. Dalle imponenti mura etrusche della cittadina di Volterra alle alte mura medievali e le torri signorili di San Gimignano.

 

VolterraLa città, celebre per l’estrazione e la lavorazione dell’alabastro, conserva un notevole centro storico di origine etrusca (di questa epoca rimane la Porta all’Arco, magnificamente conservata; la Porta Diana, che conserva i blocchi degli stipiti; gran parte della cinta muraria, costruita con ciclopici blocchi di pietra locale; l’Acropoli, dove sono presenti le fondamenta di due templi, vari edifici ed alcune cisterne; e numerosissimi ipogei utilizzati per la sepoltura dei defunti), con rovine romane (fra tutte il Teatro ad emiciclo) ed edifici medievali come la Cattedrale, la Fortezza Medicea ed il Palazzo dei Priori sull’omonima piazza, il centro nevralgico dell’abitato.

San GimignanoSan Gimignano è conosciuta come “la cittadina delle belle torri”, San Gimignano è una meta imperdibile per il viaggiatore, grazie alle sue antiche strade, ai caldi colori dei suoi palazzi medioevali e al dolce paesaggio tipicamente toscano che la circonda. Le alte mura medievali, il palazzo comunale e le alte torri signorili dalle quali deriva l’appellativo di Manhattan del medioevo: sarà questo lo straordinario scenario che vi si porrà davanti camminando tra le vie del paese. Sarà un vero e prorpio tuffo nel passato rivivendo quell’atmosfera unica del medioevo

 

TOUR DELLA MAREMMA


  • Descrizione
  • Pitigliano
  • Sovana
  • Sorano

maremma

La Maremma Toscana, territorio che si identifica con la provincia di Grosseto, è una terra di grandi e incontaminati spazi. Una terra che evoca il suo ricco passato attraverso le vestigia etrusche e romane, i centri medievali, gli insediamenti minerari che da millenni la caratterizzano. La Maremma è in grado di offrire sempre nuove emozioni attraverso una vasta serie di itinerari: lungo le coste, tra le colline ed i monti dell’entroterra, alla scoperta di luoghi antichi, di paesaggi magici, di colori e sapori dimenticati, dei piaceri del vino e della buona tavola.

pitiglianoPitigliano si offre allo sguardo del visitarore in un travolgente scenario di rara bellezza. La cittadina conserva i volti del Medioevo e del Rinascimento, simbolo della fusione tra nobili famiglie, gli Aldobrandeschi e gli Orsini,  che hanno fatto riecheggiare i loro nomi nella storia per le vicende militari e per gli intrighi familiari. Seguendo le arcate dell’acquedotto mediceo, che si affaccia sullo strapiombo, si giunge al Palazzo Orsini, fortezza e residenza dei conti. L’elegante cortile ci introduce nelle stanze del palazzo che ospitano il Museo della Diocesi, e il museo archeologico. Si respira un’atmosfera completamente diversa nel Ghetto Ebraico dove la Sinagoga e i locali destinati al forno delle azime, la macelleria e la cantina kasher, rappresentano un percorso di grande fascino per comprendere tanti interessanti aspetti della cultura ebraica. Tempio di preghiera della comunità pitiglianese è invece il Duomo di S. Pietro e S. Paolo, che nonostante il bombardamento subito durante la seconda guerra mondiale, è tornata a vivere in stile neo barocco.

 

Piccolissimo borgo dove il tempo sembra essersi fermato. ancora si percepisce la presenza della civiltà etrusca nel paesaggio, dove tra la vegetazione riemergono antiche mura e necropoli rupestri con tombe a Sovanadado, a edicola e a tempio. Le tombe Ildebranda, del Tifone, della Sirena e dei Demoni Alati, rappresentano rarissimi esempi di tombe monumentali in cui sono raffigurate divinità e dèmoni che nella vita degli Etruschi assumevano importanti significati. La pavimentazione in laterizio a lisca di pesce conduce alla piazza del borgo sulla quale si affacciano gli edifici romanici del Palazzetto dell’Archivio, del Podestà e la chiesa di S. Maria che custodisce il prezioso Ciborio, unico esempio in Toscana. L’intreccio armonioso dei canti gregoriani ci attira verso la Cattedrale, mirabile esempio di architettura e scultura romanica. All’interno, la contemplazione della semplicità e dell’essenzialità predispongono alla più profonda introspezione dell’animo.

 

SoranoProtetto e reso più volte inespugnabile dall’imponente mole della Fortezza Orsini, è definito “Zolfanello d’Italia”. Lo sperone sul quale si adagia che domina sulle profonde gole percorse da fiumi e torrenti, ha fornito una naturale e strategica funzione difensiva. Il Masso Leopoldino, terrazzamento tufaceo naturale, si pone come sentinella sul  paese e offre una vista panoramica sui tetti delle case arroccate sullo sperone come torri irregolari. Sorano è definita la Matera della Toscana, per la sua particolare caratteristica urbanistica di numerosi edifici rupestri scavati nel tufo, che ricordano i celebri Sassi di Matera.

TOUR DI ASSISI E CORTONA


  • Descrizione
  • Assisi
  • Cortona

assisi-tour

Dal misticismo della città religiosa umbra al set del film “Under the Tuscan Sun“. Lasciatevi guidare attraverso le verdi colline della Toscana e dell’Umbria alla scoperta dei gioielli architettonici e artistici di Assisi e Cortona.

AssisiAssisi è una piccola città Umbra conosciuta come il luogo di nascita di San Francesco, patrono d’Italia e fondatore dell’ordine francescano. Nonostante sia un sito prevalentemente religioso, vale la pena visitare la piccola cittadina anche per le numerose bellezze artistiche e le sue rovine romane. Attrazione principale di Assisi è la Basilica di San Francesco del XIII secolo, che contiene le sacre reliquie di Francesco e un bellissimo ciclo di affreschi rappresentanti la sua vita.

 

Cortona si trova su una collina che domina la Valdichiana da dove si può vedere anche il lago Trasimeno. Le sue origini sono molto antiche e, giusto fuori dall’abitato, si trova un parco archeologico all’interno delCortona-1 quale si possono ammirare antichi tumuli etruschi e resti di strade romane. Numerosi sono i palazzi storici tra cui quello Comunale, il Palazzo del Capitano del Popolo e quello Vescovile. Nel Museo dell’Accademia Etrusca sono conservati suppellettili e gioielli ritrovati nelle tombe. La religione ha avuto anche un ruolo nella storia della città di Cortona; San Francesco vi ha infatti soggiornato a più riprese insieme a Frà Elia che, nel 1247, ha costruito una Chiesa dedicata al Santo. Da non perdere anche il Castello a cui si accede solamente a piedi percorrendo una stradina che sale il ripido pendio fino alla sommità della collina. Proseguendo verso sud si arriva alla Città di Assisi.

 

TOUR DI FIRENZE


  • Firenze

Firenze2

Capoluogo della Toscana e centro del Rinascimento, Firenze è una delle più importanti città d’arte d’Italia e del mondo. La storia della città è anche la storia di una grande famiglia, i “Medici”, grazie ai quali oggi possiamo ammirare il più antico e ricco museo del mondo: gli Uffizi. Poco distante troviamo Piazza della Signoria, il fulcro della città, con il suo meraviglioso Palazzo della Signoria e le numerose statue che adornano la piazza, la più famosa delle quali è il David di Michelangelo (l’originale è conservato nel Museo dell’Accademia). Da non perdere è una visita al Duomo con la cupola realizzata dal Brunelleschi e il campanile di Giotto. Immancabile una fermata al Piazzale Michelangelo dove è possibile ammirare
dall’alto in tutto il suo splendore l’intera città. Firenze è rinomata inoltre per le case di moda, la produzione di pelle, scarpe e le numerose gioiellerie situate sul Ponte Vecchio. Dopo il centro storico il tour prosegue verso Fiesole, una delle più importanti città di origine etrusca, che sorge su una collina alta 300 metri. Dalla fine del Settecento Fiesole fu uno dei luoghi di soggiorno preferiti dagli stranieri in Italia, che acquistarono le ville già della nobiltà fiorentina, ristrutturandole e dotandole di meravigliosi giardini. Centro del capoluogo è piazza Mino da Fiesole, dove è l’imponente cattedrale romanica. Nei pressi della Piazza si trova l’entrata al Teatro Romano. Oltre al Teatro, perfettamente conservato, si trovano i resti di una necropoli, di terme romane e di alcuni altri edifici di epoca tardo-imperiale. Ma l’attrattiva vera e propria resta la meravigliosa vista di Firenze dalla Chiesa di San Francesco, arrivandoci tramite una ripida ma corta salita dalla piazza principale. Nel 90 a.c. vi era l’acropoli dove oggi si trova il Convento di San Francesco.

TOUR DI PISA E LUCCA


  • Descrizione
  • Lucca
  • Pisa

pisa3

Lucca e Pisa rappresentano due tra le più importanti città storiche della Toscana, tappe fondamentali del turista che visita questa regione. In questo tour verrete avvolti dalla storia e dalle tradizioni di due città toscane così vicine ma allo stesso tempo molto diverse. Un affascinante paesaggio toscano farà da cornice alla vostra splendida giornata.

luccaFondata dagli Etruschi e sviluppatasi come città romana, Lucca divenne la capitale del ducato longobardo della Tuscia per poi svilupparsi come comune e poi repubblica. È una delle poche città a conservare ancora intatta le sue mura del XV-XVII secolo, lunghe 4,5 km circa. Il suo centro storico è ben conservato ed annovera numerose chiese medioevali di notevole ricchezza architettonica. Fra le più belle, la Chiesa di San Michele e il Duomo, accanto a torri, campanili e palazzi rinascimentali di pregevole linearità stilistica. La piazza dell’anfiteatro nata sulle rovine dell’antico anfiteatro romano è unica nel suo genere architettonico.

PisaPoco distante da Lucca si trova la città di Pisa. Centro della città è la famosa piazza dei Miracoli dove si trovano la Cattedrale di Santa Maria Maggiore, il Battistero, il Cimitero Monumentale e la famosa torre pendente, conosciuta in tutto il mondo. I lavori per la realizzazione della Cattedrale iniziarono nel 1064 , quelli del Battistero (dove fu battezzato anche Galileo Galilei nel 1564) nel 1152 e quelli della torre nel 1173. La torre fu costruita a più riprese a seguito del cedimento del terreno e fu completata nel 1350. Il Camposanto fu l’ultima opera realizzata nella piazza. Al suo interno sono conservate le spoglie dei più illustri pisani, ma anche di imperatori e personaggi importanti.

Visit Us On FacebookVisit Us On Google Plus
Powered by Visual Arts Studio